Tag: Salute e Benessere

Il SSN (servizio sanitario nazionale) riserva a ciascun cittadino italiano il diritto di usufruire delle cure termali: fango-bagnoterapia, inalazioni o aeresol come prevenzione e cura di alcune patologie. Per poter beneficiare di tale cosa è necessario farsi prescrivere dal proprio medico di famiglia un’impegnativa medica da dover esibire al centro termale dove si intende curarsi. Il paziente può usufruire all’interno di un anno solare di un solo ciclo di cure, non frazionabile, di massimo 12 trattamenti, pagando per l’insieme delle prestazioni soltanto il Ticket ASL che ammonta ad euro 60,00. Eventuali esenzioni mediche andranno segnalate all’interno dell’impegnativa, come avviene solitamente, per avere diritto al pagamento del Ticket ASL in forma parziale, minima o nulla. Il SSN copre le spese soltanto per le tradizionali cure termali: gli eventuali massaggi parziali o totali, indicati come completamento della terapia del fango, sono a carico del paziente.

Ischia, tra terme, salute e benessere.
Forse non tutti sanno che la caratteristica dell’sola d’Ischia è data proprio dalle sue terme che generano salute e benessere.
Nello specifico dalle proprietà minerali delle sue acque che vengono attinte direttamente dal sottosuolo.
Infatti non tutte le acque termali sono uguali: ogni sorgente naturale ha una temperatura e delle proprietà organolettiche differenti in base al luogo di estrazione e questo è dovuto alla natura vulcanica dell’isola d’Ischia.
Le cure termali che possono essere praticate negli stabilimenti interni alle strutture alberghiere o in altri siti idonei consistono maggiormente nella fango-bagno terapia e nelle cure inalatorie.
I fanghi termali sono tipicamente indicati nella cura e prevenzione di problemi relativi alle articolazioni: artriti, artrosi reumatiche, osteoporosi etc.
Quelle inalatorie invece sono predilette per la cura e la prevenzione delle malattie respiratorie delle vie superiori ed inferiori.